Vai ai contenuti

Menu principale:

Taxi Boat


Area Marina Protetta

Un mare trasparente e limpido, spiagge bianche con dune alte, alternate a tratti di scogli bassi, ed il sole che tramonta alle spalle di una delle sette torri che punteggiano la costa: è questo il paesaggio che si presenta all’occhio dei visitatori dell’Area Marina Protetta Porto Cesareo.

L’Area Marina Protetta Porto Cesareo, istituita con Decreto del Ministero dell’Ambiente del 12/12/97, pubblicato sulla G.U. n. 45 del 24 febbraio 1998, con i suoi 16.654 ettari di superficie marina tutelata, è la terza per estensione in Italia. I 32 Km di costa della Riserva ricadono nei due comuni di Porto Cesareo e di Nardò, entrambi della provincia di Lecce. Il tratto di litorale ionico che delimita l’AMP di Porto Cesareo è caratterizzato da una linea di costa molto varia e dai contorni frastagliati, limitata a nord da Punta Prosciutto e a sud da Torre dell’Inserraglio.

Da Punta Prosciutto a Porto Cesareo la costa si articola in cale sabbiose alternate a tratti di scogliera bassa con affioramenti di acque freatiche e presenza di bacini retrodunari. Da Punta Prosciutto a Torre Lapillo si estende il litorale di “Lido degli Angeli”, una delle più belle spiagge della costa salentina, caratterizzata da dune alte fino a 6/7 metri e sabbia chiara.
Finalità

I principali obiettivi che l’A.M.P. si propone sono:

La Conservazione: attraverso la tutela degli ambienti di importanza ecologica (praterie di Posidonia, coralligeno, anfratti e grotte sommerse …).

La Ricerca scientifica: mediante l’attivazione di programmi di studio e monitoraggio, volti al controllo periodico dello stato di salute degli ambienti e all’acquisizione di conoscenze sempre maggiori sui processi ecologici che regolano la biodiversità della riserva.

L’Educazione ambientale: sensibilizzando alla tutela dell’ambiente marino mediante la promozione di adeguati programmi didattici ed educativi rivolti alle scuole di ogni ordine e grado, e attraverso l’attivazione di stage e corsi di formazione professionale.

Il Turismo eco-compatibile: mediante centri informativi, musei e percorsi subacquei nei siti di maggiore interesse naturalistico, con l’intento di promuovere attività ricreative alternative, quali sea-wacthing, immersioni con autorespiratore, escursioni in barca con fondo trasparente, pescaturismo, e qualsiasi altra attività guidata da operatori turistici qualificati e svolta in sintonia con le peculiarità dell’area.


Torna ai contenuti | Torna al menu